sabato 20 settembre 2014

Miele di fichi

Foto 1
Foto 2
Foto 3
Foto 4
Video 1
Foto 5
Foto 6
Foto 7
Foto 8
Foto 9
Foto 10
Foto 11
Foto 12
Foto 13

Ingredienti:
Fichi (circa 80 kg abbiamo fatto noi)
Acqua
Preparazione:
Questa ricetta è speciale davvero, il miele di fichi, che non ha nulla a che fare con le api, ma è l'estratto dei fichi. Preparare questa bellissima ricetta richiede una giornata intera di lavoro, ma ne vale la pena. Consumerete un bel po' di gas perché la cottura è lunga. La giornata inizia la mattina presto raccogliendo tutti i fichi che avete, devono essere maturi. Potete raccogliere sia i fichi bianchi che i fichi neri. Mettete tutti i vostri fichi raccolti dentro una grossa bacinella (Foto 1). Dopo aver fatto ciò lavateli tutti quanti per bene e scolateli. Ora dovete prendere un grosso pentolone (che in Calabria viene chiamato quarara) e ci mettete tutti i fichi che avete raccolto, aggiungendo un bel po' di acqua (Foto 2). Adesso mettete in vostro pentolone su un tre piedi a gas ed accendetelo (Foto 3) e fate cuocere i fichi per un po'. Vi dovranno venire color oro rossastro (Foto4). Nel frattempo prendete un'altra bacinella, e travasate il liquido del pentolone nella bacinella facendola passare da un colino, questo per togliere le impurità e avere il liquido pulito. Ora che avete finito di travasare tutto il liquido passiamo alla fase successiva. Prendete ora una tovaglia o una pezza e metteteci dentro i fichi e fate scolare il tutto (Video 1) dentro un altro pentolone (quarara) tenendo la tovaglia sui bordi del pentolone stesso e mescolando i fichi. Quando avete finito con questo lavoro mettete i vostri fichi in un'altra bacinella ancora (li dovrete utilizzare tra poco, foto 5). Travasate tutto il liquido ottenuto, dal pentolone alla bacinella dove avete già il liquido raccolto in precedenza, sempre utilizzando il colino (non dimenticatelo mai, le impurità vanno tolte tutte quante). Ora passate tutto il liquido che è nella bacinella in un pentolone (Foto 6,che deve essere pulito, lavate il più grosso che avete) ed accendete il gas. Adesso nel frattempo che cominci a bollire il liquido del pentolone, prendete i fichi che avevate messo nella bacinella. Mettete questi fichi di nuovo in una tovaglia (se volete usare il torchio foto 7 e foto 8) e strizzateli nel torchio per bene ed uscirà altro liquido che aggiungerete nel pentolone dove c'è l'altro liquido che avete messo a bollire. Potete usare anche un altro modo per far uscire il liquido senza usare il torchio, prendete un sacco di juta e metteteci dentro i fichi. Chiudete il sacco, strizzatelo per bene poggiandolo su uno scivolatore e mettendoci un peso sopra. Lasciate questo peso finché non avete visto che sia uscito tutto il liquido (Foto 9, in questo caso abbiamo usato come peso una bacinella piena d'acqua, ma voi potete usare dei grossi massi). Mettete il vostro liquido dentro il pentolone dove c'è l'altro liquido che avete messo a bollire. Tutto il liquido che ora sta bollendo (Foto 10) farà della schiuma che voi dovrete togliere. Dopo un po' di ore cambierà il modo di bollire del liquido (ricordate sempre che c'è l'estratto dei fichi e l'acqua), le bolle andranno verso l'interno (Foto 11), significa che l'acqua è evaporata tutta ed è rimasto solo il miele che sarà molto concentrato. Non fate attaccare il miele nel fondo del pentolone assolutamente, state attenti, girate ogni tanto tutto il liquido. Ora che il vostro miele è pronto potete travasarli nelle bottiglie. Mettete l'imbuto nella bottiglia e dentro l'imbuto il colino, così avrete tolto tutte le impurità. Chiudete le vostre bottiglie ed il vostro miele è pronto (Foto 12 e foto 13. Potrete fare dolci tipo i mostaccioli, la scirubetta (neve mischiata con miele di fico) ed altre ricette che vorrete voi. 

Ps: Noi siamo stati dalle 09:00 di mattina fino alle 10:30 della sera per questo lavoro, ma avevamo circa 80 kg di fichi. Passerete una bella giornata insieme, mangiando e divertendovi, perché comunque è bellissimo fare il miele con tutte le persone a cui vuoi bene. Era la prima volta che lo facevo e l'emozione è stata tanta, sopratutto quando ha cambiato il modo di bollire tutto il liquido, perché stava diventando miele. Grazie a tutti voi.





10 commenti:

  1. Veramente notevole....mai vista una cosa del genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bella da preparare, ci vuole un po' di pazienza ma il risultato finale è davvero bello da vedere =)

      Elimina
  2. E` la prima volta che vedo una cosa del genere....se lo vendi un vasetto lo compro. Come si usa questa magnifica pietanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che abbia visto questa ricetta, può provarla a fare, può usare il miele di fichi per fare i mostaccioli e la scirubetta, ma ci sono anche tante altre ricette che può preparare, comunque ho solo due bottiglie e quindi non posso venderlo, perché dovrò delle ricette con questo miele =) =)

      Elimina
  3. Stupendo! E' un nettare prezioso, unico, dici bene che ne vale la pena! Grazie per tutta la dovizia di dettagli;) A presto, Cuoco Segreto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie letissia, bisogna scrivere tutti i dettagli, basta un piccolo sbaglio ed il miele è rovinato. E' stato bello da preparare. A presto letissia.

      Elimina
  4. Veramente dalle foto sembra cje siano almeno 9.....non e` che usi photoshop:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si, ce ne sono 9 nella foto, ma ti assicuro che sono 11, ogni 10 kg di fichi dovrebbe uscirti un chilo di miele =)

      Elimina
  5. Certo che ti stai specializzando sui fichi.....due ricette davvero particolari. Complimenti (non e`che anche tu sei un gran fico?!)

    RispondiElimina
  6. Ti ringrazio per i complimenti, proprio un gran fico non sono =) =), ma comunque questa ricetta dei fichi mi è piaciuta moltissimo.

    RispondiElimina